Partecipiamo.it...vai alla home page

 

Rita Minniti

 

 

AGLI OCCHI SFOGLIO FOTOGRAFIE

 

Risento una musica

che mi ricorda di ieri.

Erano gli anni

che seguivano il sole

nell’eclissi d’un lontano destino.

 

Agli occhi sfoglio fotografie

di piogge e sereno,

stagioni infuocate e oscure giornate,

alternate a ore felici,

finché di colpo

anche il suono ha ceduto al suo ritmo.

 

Anni rubati dal tempo

che muto svettava al di là dei miei anni.

Onde di pathos e ansie affogate,

mentre riemergere

diventava difficile.

 

Palpiti ardenti

rincorrevano lampi di gelo.

Tu mi ridevi

graffiandomi il sonno.

E mi aggrappavo al sudore

d’idee sempre più accese,

mentre anelavo al tuo passo.

Ma debole era il cammino

all’avanzare del tuo.

 

Così mi rifletto,

in falsi specchi in frantumi,

adesso che so

di non sopravvivere al tempo.

 

Una sfida

già persa in partenza,

pur senza deporre le armi,

e nel tuo andare imperterrito,

mai guarderai

oltre il mio oltre.

Sai anche tu,

che ad aspettarmi non ci sarai,

ma lo sguardo del buio,

o prima o poi.