Partecipiamo.it

 

Eufemia Griffo

 

Lamia, la strega di Nogaredo

 

 

Pallide le ombre stanotte

avvolgono le ultime ore

- specchio e cocci di sangue -

sulle mani di spine

graffiate

da rovi  d’anima

 

Piango stanotte

-         nessuno vedrà scivolare via  le lacrime -

stanno arrivando,

s’odono urla e risa sguaiate

 

M’osservo un’ultima volta

-         oh bellezza fugace! –

fuoco e fiamme,

lambiscono gli anni:

 

mai più rivedrò quel sole

ultima sorgente di vita fuggita

 

Addio…

 

5 Agosto 2008

 

alle streghe di Nogaredo, dette Lamie, ovvero le amanti del diavolo. In realtà erano semplici donne di campagne, che vennero accusate di stregoneria.

 

Processo alle streghe di Nogaredo