Partecipiamo.it ... vai alla home page

 

Eufemia Griffo

 

 

Cammina leggera, perché cammini sui miei sogni

 

Invecchia invano il tempo

che arriva e muore in una notte

nel germoglio del crepuscolo;

nell’illusorio bacio del vento

si avvolge la Fata d’aurora

 

Lucrezia è sogno ed è luce

bianca e casta come la Luna

quando cadono cristalli;

seduta ai bordi dell’alba

sul drappo orlato di nubi

 

Così ti ho vista stanotte

a tessere un manto di sogni

su fragili stelle in inverno;

sul sentiero i tuoi passi lievi

ed il dolce canto dell’acqua

 
 

(poesia in metrica 79899)

Lirica ispirata alla poesia di William Butler Yeats “CAMMINI SUI MIEI SOGNI”