Partecipiamo.it

 

Eufemia Griffo

 

A Marina

 

Volano lievi

melanconiche note

fuggite lente

 

carezzate dal vento

e da foglie cadute

 

Era d'Autunno

la notte era ammantata,

sogni e ricordi

 

incisi su spartiti

e corde di violino

 

Si tinse il giorno

e nuova luce inonḍ

là ove era oscuro

 

a squarciare tenebre

e  sbiaditi ricordi