Partecipiamo.it...vai alla home page

 
Armando Bettozzi
 
 
Addio alla mamma
Nonna Rosa s’è arresa…21 Settembre 2013
 
 

Così, s’è spenta…in tal modo leggero!

sulle lenzuola dov’era distesa

da tempo, oramai…Così tanto, tempo!

Dove le piaghe non l’hanno corrotta

ché l’ha impedito con forza la figlia,

con le rinunce, che furon di lei

quando la sua creatura cresceva,

quando per lei tutta sé prodigava.

Pur se di ciò nulla più le giungeva,

lì, in quel suo limbo dov’era finita

poi che condanna sì ingiusta, la colse.  

E, per la figlia, ora, era, la figlia,

la povera madre assente, lontana,

in chi lo sa qual rifugio, ancorata…

Senza contatti…senza un segnale

da avere…da dare…

neppure un nome…da dire fra sé…

Or l’abbandono è totale…infinito…

Così, se n’è andata…senza un saluto,

da avere, da dare…

E quella pace che già l’avvolgeva,

ora l’avvolge, senza essere male,

ma pace vera, sia in terra che in cielo.

Ora la vede, la figlia adorata,

e che ha passato! con lei, a curarla,

ora lo sa, e è contenta - è amore:

per quel che ha amato, si sente riamata.

E da quel mondo suo, nuovo, alla figlia,

ora ch’è un angelo,

teneramente sorride, e saluta,

ed a sua volta, l’assiste, l’aiuta,

per quest’assenza che or…l’ha svuotata.

 
 
 
 

Armando Bettozzi

21 Settembre 2013