Partecipiamo.it ... vai alla home page

LUCIANO SOMMA

Aria e' mare
 

Questa Poesia si è classificata al  TERZO posto del
 PRIMO PREMIO INTERNAZIONALE NOIALTRI - POESIA di Pellegrino(Messina) 

ARIA E’ MARE

Se so’ stutate ‘e lluce ‘int’’a nuttata

Povere ‘e luna ‘ncopp’a sta città

‘o viento nun asciutta sti paure

E l’aria ‘e mare trase ‘int’’e pulmune

Zitte, stanno durmenno sti criature.

Chest’aria e’ mare

Ma comme sape ‘e chianto st’aria ’e mare

Na vranca e’ fronne gialle ‘int’’e penziere

Cu na speranza appesa a na scugliera.

P’’e viche cchiù nun sonano ‘e chitarre

Se so’ addurmute ‘e ddete ‘ncop’’e corde

So’ nuvole luntane sti ricorde

So’ ragge ‘e luna stise ‘nterra ‘a rena.

Chest’aria ‘e mare

Profuma ‘e suonno antico st’aria ‘e mare

Fantasma arruzzunato dint’’a varca

Ca chianu chiano se ne va luntana

Lenta scumpare macchia all’orizzonte

E resta ‘o mare…sulamente ‘o mare…

 

ARIA DI MARE

Si sono spente le luci nella notte

Polvere di luna sulla città

Il vento non asciuga le paure

E l’aria di mare entra nei polmoni

Zitti, stanno dormendo i bambini.

Quest’aria di mare

Ma come sa di pianto quest’aria di mare

Un pugno di foglie gialle nei pensieri

Con una speranza sospesa su una scogliera.

Per i vicoli non suonano le chitarre

Si sono addormentate le dita sulle corde

Sono nuvole lontane questi ricordi

Sono raggi di luna stesi sulla sabbia

Quest’aria di mare

Profuma di sogno antico quest’aria di mare

Fantasma arrugginito in un barca

Che piano piano se ne va lontana

Scompare lenta ed è una macchia all’orizzonte

E resta il mare…solamente il mare…