Partecipiamo: home

 

Luciano Somma

 

 

 

BACOLI - MISENO O TERZO MONDO?

Vedi le immagini: 1, 2.

ASSOCIAZIONE VERDECOLOGISTA

Da qualche anno a questa parte nei mesi estivi per accedere a Bacoli bisogna pagare un pedaggio. Gli amministratori di Bacoli, della quale Miseno fa capo, hanno giustificato questa manovra dichiarando che così facendo ci sarebbe stato un deterrente per le masse che affluivano nel piccolo centro e che i villeggianti avrebbero costituito l' èlite. Conclusione: la gente fa la fila anche per un'ora e mezzo per pagare il pedaggio e le immagini di Miseno che corredano questo breve articolo documenta, in maniera inequivocabile, l'inerzia ed il "tirare a campare..!" della classe politica locale che avrebbe dovuto provvedere, coi soldi incassati, almeno ad una sorveglianza delle spiagge libere e soprattutto alla loro pulizia per evitare il diffondersi di malattie e poter dare un'immagine edificante e invogliante per il turismo.

Dunque non solo Napoli, e quasi l'intero hinterland, è sommersa dall'immondizia a causa della totale mancanza di inceneritori per cui ancora oggi in piena estate in alcune zone si possono "ammirare" cumuli d' immondizia, sparsi un pò ovunque, distintivo negativo all'occhiello e facile preda di roditori e foto che i turisti, di passaggio sempre più veloce, scattano per portare nel mondo tutto il degrado d'una città che di Europeo ha solo la collocazione geografica.

A vederle bene, queste foto, sembra di essere su una spiaggia da terzo mondo e non certamente nella bellissima Miseno, che tra l'altro fece da sfondo allo spassosissimo film di Vincenzo Salemme L'AMICO DEL CUORE, di fronte alla stupenda e storica isola di Procida.

Speriamo che non si aspetta qualche infezione, i non più giovanissimi ricorderanno il colera del 1973, per porre un elementare e non difficile rimedio, soprattutto nel multare, in maniera salatissima, tutti coloro i quali del vivere civile non conoscono nemmeno il significato e l'etica.