Partecipiamo.it ... vai alla home page

 

LUCIANO SOMMA

ISCHIA

   Isola del mar Tirreno in provincia di Napoli, la pi¨ vasta delle partenopee, davanti alla punta settentrionale del golfo di Napoli l'isola d'Ischia in questi ultimi 50 anni ha avuto un afflusso turistico di massa. 

   Di origine vulcanica raggiunge un'altezza di m.788 slm. col Monte Epomeo. Ha una superfice di km2 46,4 ed ha circa 50.000 abitanti d'inverno mentre in estate Ŕ ormai incalcolabile la demografia.

   Nel suo vasto territorio vi sono prevalentemente vigneti, molto noti alcuni marchi di vino, pesca, artigianato(Lavori in paglia a Lacco Ameno)Acque minerali clorurato-bicarbonato-sodiche.

   L'isola Ŕ divisa in diversi comuni : BARANO(6300 abitanti)a 210 m s.m. (Vigneti e frutteti)SERRARA FONTANA(2700 ab.)a 366 m. (Pesca-Turismo)FORIO((9600 ab.)Acque minerali.CASAMICCIOLA TERME(5900 ab.)Produzione di vini e LACCO AMENO.

   Uno degli angoli pi¨ belli e suggestivi Ŕ indubbiamente Il Castello Aragonese ad Ischia ponte, fu usato per trattenere i condannati tra i quali : Silvio Spaventa, Il Pironti, Carlo Poerio e Luigi Settembrini. Prima delle incursioni corsÓre nel 1509 fu sede del matrimonio tra il Marchese di Pescara Ferrante d'Avalos e la poetessa Vittoria Colonna, all'epoca appena diciannovenne. Dal 1913 il castello, che compendia tutta la storia d'Ischia, fu ceduto ad un privato.

   Una leggenda ci tramanda che Venere perchŔ rimanessero perenni le sembianze d'Ischia la plasm˛ a sua somiglianza posizionandola di fronte alla bella Napoli.

   Verso destra, sempre in localitÓ Ponte possiamo ammirare i bellissimi scogli di sant'Anna, grandiosa la festa del 26 Luglio con la processione in mare ed i fuochi d'artificio, che per 20 anni ho potuto ammirare di persona, e la grotta del Mago.

   Nel 1390 i padri Agostiniani fecero erigere un grandioso tempio dedicandolo alla Madonna della Scala, nel tempo divenne il Duomo d'Ischia.

   Altre localitÓ degne di essere visitate, e di nota, sono Testaccio, sant'Angelo, Punta imperatore, Panza, le Fumarole, I giardini di Poseidon, la spiaggia di Citara, la Madonna del Soccorso a Forio, Le spiagge di san Francesco e san Montano, il Fungo di Lacco, la sorgente dei Nitruoli, la localitÓ Buonopane. 

   Caratteristici i vicoli di Ischia Ponte prospicienti il castello, bellissima la spiaggia di  

   Cartaromana con le sorgenti minerarie radioattive.

   Da Ischia oltre Napoli sono ben visibili : Cuma, Ercolano, Procida, Vesuvio , Vivara, Sorrento.

   Nel centro importantissima Ŕ la piazzetta di san Girolamo meta e luogo d'incontro d'un turismo giovanile con passeggiate fino a notte inoltrata, sempre ad Ischia Ponte vi Ŕ la spiaggia dei pescatori con un ex prigione sul mare, suggestive le grotte e la Pagoda, la riva droite piena di ristoranti e locali notturni, l'antico acquedotto romano dei Pilastri, Il lido degli innamorati, la spiaggia del Castiglione, le terme della regina Isabella.

   La protettrice di Ischia Ŕ santa Restituta, la martire del primo cristianesimo Africano che approd˛ nell'incantevole baia di san Montano mentra la cullava una barchetta.

   Ancora da visitare la spiaggia delle Fumarole, Cava grado, I giardini di Aphrodite, la spiaggia dei Maronti, meta principalmente di tedeschi, la casa del Troglodita.

   Un suggerimento, da chi sull'isola ci Ŕ stato in tutti i periodi dell'anno, cercate di evitare Luglio ed Agosto se volete visitare tranquillamente i luoghi suaccennati riservandovi i due mesi estivi per i soli bagni e non certamente per effettuare e godere le escursioni.

LUCIANO SOMMA

 

1)I dati degli abitanti sono del 1996

Alcune notizie attinte da:  

ENCICLOPEDIA DELLA GEOGRAFIA-DE AGOSTINI-1996

ISCHIA- SALVATORE DI COSTANZO-Guida a Colori dell'Isola-Ed.Di Meglio-Ischia